Ciclismo - Preparazione al Ciclismo

Quello che il vostro meccanico/ciclista non vi spieghera' mai:

- registriamo il deragliatore posteriore del cambio

Crick, ...crack ...crunk ...strapp ...azz... e via dicendo.

La regolazione del cambio, tipicamente del deragliatore posteriore, non e' un'esclusiva per meccanici e/o ciclisti professionisti; solo basta sapere come fare.
Oltretutto, si tratta di operazioni descritte con precisione certosina nei manuali di corredo alla bici che ogni buon meccanico dovrebbe consegnare al cliente. Troppo spesso questi manualetti vengono gettati nella spazzatura + o - maliziosamente, impossibilitando anche il piu' volonteroso dei volonterosi ad ogni manovra.

Il cambio delle mtb, solitamente, e' di tipo "indicizzato". Vale a dire che la levetta che comanda il cambio produce dei click che corrispondono ai vari rapporti innestati (le marce per gli automobilofili).
Ad ogni click deve corrispondere un rapporto. Capita che questo meccanismo vada fuori fase (per vari motivi: frequentemente si tratta di nostri smanazzamenti a capocchia e tentativi dell'amico che per mettere a posto un crick ...genera un patatrac).

Vi spieghero' come si registra un deragliatore anteriore e posteriore a sei/sette velocita' Shimano con comandi a "levette", RapidFire o GripShift. Non varia.

Ah date un'occhiata al glossario altrimenti puo' essere che non ci si capisca.

Attrezzi necessari:
- brugole 4 - 5 - 6 mm (in realta' ne serve una sola ma dipende dal modello del vostro cambio ...e comunque con queste misure dovreste poter smontare quasi tutta la bici)
- cacciavite con taglio a croce o piatto
- chiavi inglesi 8 - 10 mm

Come procedere:
Prima di tutto dovrete posizionare la bici su un trespolo in modo che la ruota posteriore sia libera di ...ruotare. Se mettete la bici a gambe all'aria non e' la stessa cosa perche' il peso del deragliatore post. potrebbe influire sulle regolazioni. Se siete disperati provate pure con la bici capovolta: pazienza.

1 Facendo ruotare le pedivelle portare la catena sulla guarnitura media;
2 facendo ruotare le pedivelle portare il deragliatore post. sul pignone piu' piccolo con il comando sulla piega (...manubrio);
3 controllare con le dita la tensione del cavo del deragliatore post. (il filo in acciaio che trasmette i movimenti dalla piega al deragliatore) toccandolo lungo il telaio nella parte scoperta.
Questo cavo dovra' essere moderatamente teso (una cosa ...giusta). In caso contrario allentare il fermacavo sul deragliatore e provvedere di conseguenza allentando o tendendo "a mano" senza servirvi di pinze per tirare. Quindi serrare con brugola o chiave adatta;
4 ruotando le pedivelle la catena non dovra' produrre alcun suono di interferenza ma girare perfettamente sul pignone + piccolo. Se cosi' non fosse dovete ruotare di 1/4 di giro alla volta una delle due viti poste sulla "spalla" del deragliatore; sono le viti del fine-corsa e sono due una per la posiz. max e una per la minima. In qualche caso e' riportata la lettera L (low) e H (high). Girate la vite L, pedalando lentamente e fin tanto che la catena gira senza tentare di salire sull'ingranaggio superiore (o cadere dai pignoni);
5 sempre ruotando le pedivelle portate il deragliatore sul pignone piu' grande con il comando sulla piega;
6 ruotando le pedivelle la catena non dovra' produrre alcun suono di interferenza ma girare perfettamente sul pignone grande. Se cosi' non fosse dovete ruotare di 1/4 di giro alla volta la vite del fine-corsa "H", pedalando lentamente e fin tanto che la catena gira senza cadere sull'ingranaggio inferiore; ATTENZIONE a non far cadere la catena tra i raggi oltre il pignone grande!!. Ruotare i fine corsa poco alla volta pedalando e GUARDANDO BENE!
7 Portate il deragliatore sul secondo pignone dal basso: quello appena piu' grande del minimo;
8 se non avete fatto casino la catena girera' che e' una meraviglia; se ne avete fatto ripetere i punti 2-3-4-5-6;
9 ora spingete sul comando del deragliatore accennando di cambiare sul terzo pignone ma non cambiate: la catena dovra' tentare di andare sul terzo pignone SENZA RIUSCIRCI. Se la catena ignora del tutto il vostro accenno di cambiata o se invece salta direttamente sul terzo pignone procedete come segue

Nel punto in cui il cavo entra sul deragliatore, vi e' una ghiera (di solito in plastica nera) che consente di variare micrometricamente il "tiro" del cavo di comando; vi sono due possibilita':
A facendo la manovra descritta al punto 9 la catena passa sul terzo pignone.
In questo caso ruotare la ghiera di 1/4 di giro in senso orario (allentare il tiro) fin tanto che la catena si comporta come descritto al punto 9: ovvero tenta di cambiare ma non riesce.
B Facendo la manovra descritta al punto 9 la catena ignora la manovra.
Ruotare la ghiera di 1/4 di giro in senso antiorario (aumentare il tiro) fin tanto che la catena si comporta come descritto al punto 9: ovvero tenta di cambiare ma non riesce
Durante qualsiasi registrazione giocherellate con il cavo per assicurarvi che "riprenda il tiro" ogni quarto di giro o dopo ogni modifica sui fine corsa.
der_post.gif (8434 bytes)
Fine dei crick, ...crack ...crunk ...strapp ...azz... e via dicendo


tratto da
Architetti in vacanza
di Tiziano Mazzini

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiositą, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietą di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice

- premessa - intro - segnalino -linkami - email - ringraziamenti - newsletter - copyright -