Ciclismo - Preparazione al Ciclismo





I freni della bici come
il cambio della ...Vespa (?!) ve lo ricordate?

Quelli della mia generazione hanno sognato la Vespa 125 "Primavera". Quelli della generazione precedente hanno invece sognato la Lambretta.

Ai piu' giovani forse sfugge, ma per mettere "la prima" e partire (anche con la vespa 50 e con la Lambretta) bisognava tirare la leva della frizione e imprimere - con una manovra degna di una "slogatura del polso" - una rotazione verso l'alto alla manopola del cambio. Il tutto si limitava alla partenza, ma ogni vespista si e' a suo tempo esibito in evoluzioni, in partenza, piu' o meno disinvolte.

Direte "beh? che c'entra la Vespa?" ...un po' c'entra.

E' che forse molti sono ancora nostalgici di quelle manovre, al punto da riuscire a tollerare incredibili rotazioni verso l'alto delle leve dei freni della mountain bike e compromettere le possibilita' di frenata. Li si vede quasi "ingobbiti" con i polsi ruotati e le mani all'insu'. Il tragico e' che costoro spesso attrezzano cosi' - con le leve che guardano in alto - anche la bici dei figli (che l'unica vespa che conoscono e' ...l'insetto) e impediscono loro di frenare.

Tengo a precisare che le leve dei freni hanno un "collare" mantenuto serrato da una vite o un bullone che permette alle stesse di essere orientate nel modo piu' ergonomico possibile.

Quindi, date un'occhiata alle vostre leve, nella stragrande maggioranza dei casi saranno (quando va bene) parallele al terreno (orizzontali): prendete la chiave adatta (o il cacciavite, ...dipende) allentate i collari, salite in sella, allungate le dita delle mani (che inevitabilmente punteranno leggermente verso il basso) e ruotate in basso le leve freno finche' con il semplice movimento delle dita riuscite afferrarle e a tirarle per frenare. Poi stringete i collarini e il gioco e' fatto.
freni.gif (4005 bytes)
La foto qui sopra vi dovrebbe dare un'idea approssimativa della giusta posizione.

Tanto per non farmi mai gli affari miei, mi e' capitato di chiedere ad un signore in mtb come non trovasse scomodo avere le leve orientate in alto in quel modo strambo. Mi ha risposto che "ormai ci si era abituato e gli tornava comodo". Gli ho chiesto se avesse mai avuto una Vespa nella sua vita e mi ha risposto di no.

Non me lo spiego...

e se avesse avuto ...una Lambretta? :-))

tratto da
Architetti in vacanza
di Tiziano Mazzini


Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiositą, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietą di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice

- premessa - intro - segnalino -linkami - email - ringraziamenti - newsletter - copyright -