Ciclismo - Preparazione al Ciclismo

Che fatica!
quando la pianura diventa ...una salita

Ovvero come faticare piu' del necessario.

La mountain bike, quale fenomeno di massa degli ultimi anni, ha attratto moltissimi appassionati che, diversamente, mai avrebbero cavalcato una bici da corsa. A differenza di questi ultimi che usano la bici da "strada", il popolo della mountain bike e' spesso piu' casuale e variopinto.

Forse anche per questo capita spesso di osservare comportamenti particolari, se non insoliti, imputabili in parte alla superficialita' e in parte alla non conoscenza del mondo che ruota attorno alla bicicletta.

Ma veniamo al dunque:

molto frequentemente osservo passare ciclisti in sella a mountain bike "spaziali" con le gomme semisgonfie.
Senza la minima intenzione di farmi i fatti altrui, da indagini (del tutto occasionali) piu' approfondite ho pero' scoperto che, se la gran parte di questi ciclisti "sgonfi" era del tutto ignara del problema, altri tenevano la pressione bassa con la specifica intenzione di ammortizzare le asperita' del terreno.

Beh, ...sbagliato! Se desiderate diminuire la scorrevolezza di qualsiasi veicolo su "gomma" abbassate la pressione delle camere d'aria.

Sbagliato perche' comunque e ovunque andiate vi succede che:

a) gita in pianura su asfalto e/o terra battuta
le gomme artigliate per mtb (alcune di piu' altre di meno) per loro natura sono poco scorrevoli a causa del tipo di mescola e della larghezza (guardate le gomme di una bici da corsa e fate le debite proporzioni).
Se oltre a cio' le tenete a bassa pressione, oltre a trasformare le vostre "gite in pianura" in "gite in montagna", avrete anche la piacevole sorpresa di "pizzicare" la camera d'aria al primo ostacolo che incontrerete. Questa, tagliandosi vi consentira' di perdere anche quella poca aria che vi era rimasta (...nelle gomme non nei polmoni).
b) gita in salita su asfalto e/o terra battuta
- come per il punto a) ma con la complicazione della salita, e del fatto che avrete meno aria anche nei polmoni, il che e' tutto dire.

Rimedi:

gonfiare le gomme alla giusta pressione (su pneumatici "decenti" e' indicata sul lato del copertone, se non c'e' potete dubitare sulla "decenza" delle vostre gomme). Si prende una pompa (i piu' ricchi potranno usare il compressore ma attenti a non farvi prendere la mano, ...si gonfiano in un attimo) con manometro e si controlla. Non l'avete? poco male, accontentatevi di tastare "a mano" il livello di gonfiaggio: la gomma dovra' essere bella dura. La pompa col manometro ve la comprerete quando si sara' consumato il dito.

Se volete ammortizzare le asperita' del terreno avete, invece, tre possibilita':

1. acquistate dei pantaloncini da ciclista imbottiti (se non li avete ancora siete puri masochisti) che avrete il buon gusto di lavare diciamo "frequentemente";
2. con i pantaloncini di cui al punto 1 acquistate una bici ammortizzata (dietro) che essendo piu' pesante, elastica (e costosa) di una "rigida" vi fara' comunque morire in salita. Poi scoprirete che la capacita' ammortizzante e' veramente minima e vi pentirete;
3. ...come si dovrebbe fare, sollevate il vostro bel sederino/one dalla sella (di qualche centimetro) quando incontrate un ostacolo sulla traiettoria. Possibilita' piu' economica e salutare.

Ad ogni buon conto, sia chiaro che andare a passeggio in mbt non e' il passatempo piu' "comodo" che si possa trovare... e che con o senza ammortizzatori appena salterete fuori da un percorso "liscio" vi dovrete sopportare un bel po' di scossoni.

Per concludere con il capitolo scorrevolezza se avete voglia di lubrificare catena e pignoni (la trasmissione) con gli appositi lubrificanti rischierete solo di guadagnarci.

Resta inteso che per far meno fatica dovrete comunque scegliere un percorso ...in discesa.

tratto da
Architetti in vacanza
di Tiziano Mazzini


Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiositą, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietą di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice

- premessa - intro - segnalino -linkami - email - ringraziamenti - newsletter - copyright -