Ciclismo - Preparazione al Ciclismo





Curiosabici
...un po' di tutto, un po' di niente...


Il Ciclismo sono IO
Ma, tu, che corridore sei?
Ma lui chi è?
Miniglossario
Le Maglie
Io c'ho il brevetto!
Il pasto del ciclista negli anni 50
...ma che freddo fa!


Il Ciclismo sono IO!
piccola galleria d'immagini di protagonisti di sempre

...un po' di fango per il campione di MTB   Cipollini

Marco Pantani   Miguel Indurain

Gianni Bugno

Francesco Moser al record dell'ora   Fausto Coppi

ogni commento è superfluo


 

Ma, tu, che corridore sei?

Cronoman
é il corridore specializzato nelle prove a cronometro

Finisseur
corridore particolarmente forte negli attacchi sferrati negli ultimi chilometri

Gregario
corridore che ha come principale compito quello di aiutare il capitano della squadra, negli anni passati si occupavano anche delle borraccie, dei viveri etc.

Grimpeur
con questo termine francese si indica il corridore particolarmente adatto ad affrontare percorsi in salita con continui scatti e in agilità

Passista
specialista delle corse in linea senza grandi salite

Sprinter
è lo specialista delle volate

Velocista
è il corridore particolarmente dotato negli sprint

"Tostmen"
atleta "tosto" : che va forte , non ha paura di nessuno (modo di dire, anonimo) 


Ma lui chi è?
soprannomi di ciclisti che hanno fatto o che ancora fanno la storia del Ciclismo

Il campionissimo / L'Airone
Fausto Coppi
L'intramontabile / Il Pio
Gino Bartali
L'eterno secondo
Gaetano Belloni
Cuore matto
Bitossi Franco
El diablo / Andreotti
Claudio Chiappucci
Testa di vetro
Jean Robic
Il campionissimo
Costante Girardengo
La locomotiva umana
Learco Guerra
Il leone delle Fiandre
Fiorenzo Magni
Il cannibale
Eddy Merckx
Il pirata / Elefantino / Dumbo
Marco Pantani
Il kaimano
Bernard Hinault
Il navarro  /  Miguelon
Miguel Indurain
SuperMario / Il Re Leone
Mario Cipollini
L'Angelo della Montagna
Charly Gaul
Jaja
Laurent Jalabert
Faccia d'angelo / Falco / Baby face
Paolo Savoldelli
Cicciobello / il Kaiser
Jan Ullrich
Beppe Turbo
Beppe Guerini
maître Jacques / Monsieur Chrono
Jacques Anquetil
Gibi
GianBattista Baronchelli
Michelino
Michele Bartoli
Oski
Oscar Camenzind
Coppino
Franco Chioccioli
Totò
Salvatore Commesso
Cri-cri
Claude Criquellion
Il professore
Laurent Fignon
Il tafone
Andrea Tafi
   

Miniglossario

Alcuni termini tipici del Ciclismo possono apparire strani ai "non addetti ai lavori", cerchiamo di chiarirli!

Criterium
competizione a ingaggio che di solito si svolge su di un circuito

Kermesse
breve gara, di solito pianeggiante, tipica nel Belgio

Protesi
estensioni sul manubrio che favoriscono una posizione bassa e quindi aereodinamica, oggi vengono usate principalmente nel triathlon

Stayer
mezzofondo , specialmente dietro motori

Surplace
tecnica molto usata nelle corse su pista, consistente nello stare fermi "sul posto" per farsi precedere dall'avversario che quindi si portava davanti in posizione svantaggiosa.

Palmer
nome poco usato che indica il tubolare


Le Maglie

Per distinguere i corridori nelle corse a tappe si usano per le posizioni primarie in classifica maglie dai colori caratteristici.

Gara Primo in classifica GPM Intergiro Classifica individuale a punti Ultimo
Giro d'Italia Rosa Verde Blu Ciclamino Nera
Tour de France Gialla Bianca a "pois" rossi   Verde  
Vuelta Amarillo        

I brevetti

Anche nel Ciclismo esistono i cosiddetti "Brevetti".

Sono percorsi di varia difficoltà e tipologia, spesso a circuito, con punti intermedi di controllo, di solito agibili per almeno sei mesi l'anno, che il ciclista dovrà percorrere con una velocità a sua discrezione, incluse tappe/soste/ecc purché il percorso venga effettuato nell'arco di tempo previsto (di solito in giornata). Alcuni brevetti sono composti da più percorsi (di solito tre) e completandoli tutti nell'arco dell'anno si ottiene il brevetto.

Molto diffusi all'estero, in particolare in Francia ed in Germania, si stanno sempre più diffondendo anche in Italia.

Si paga un iscrizione, spesso quasi simbolica (5-10 mila lire, a volte di più, ma vengono dati ricordini tipo maglia o altro) e ci viene consegnata una tessera che si farà timbrare nei posti di controllo.

All'arrivo del percorso, che di solito si snoda su e giù per vallate nel verde o su passi pittoreschi e mitici, restituendo la tessera timbrata si riceve un attestato (il "brevetto") e/o una medaglia ricordo.

Non vi sono giudici che controllano l'effettiva percorrenza in bici, poiché il brevetto si basa sulla correttezza e sincerità del ciclista che diventa quindi giudice di se stesso. La gioia e la soddisfazione per l'impresa portata a termine potranno esistere solo se si è gareggiato nel pieno rispetto delle regole (in bici ed in salita non si può barare...).

Alcune località turistiche hanno istituito anche Brevetti d'Oro e/o SuperBrevetti: sono prove combinate costituite da più brevetti, compiendo tutti i percorsi nell'arco della stessa stagione si ottiene il SuperBrevetto.

Per informazioni rivolgetevi agli Enti locali di promozione del turismo o presso le Pro Loco.

Ecco alcuni brevetti:

Piemonte:
Domodossola-Macugnaga

Lombardia:
Vira Gambarogno-Neggia -Forcora - Maccagno

Veneto:
Cortina d'Ampezzo-Cibiana-Staulanza-Giau

Emilia Romagna:
Castelfranco Emilia - Serra Vituria - Montese - Passo Brasa - Monteombrato

Particolare menzione meritano  i brevetti ciclistici dedicati a Fausto e Serse Coppi:

Brevetto "Le salite di Fausto"

composto da tre percorsi (salite) da compiersi entro l'anno tra il 1 Aprile e il 30 Settembre aperto a tutti coloro che hanno almeno 18 anni ed il tesserino con idoneità alla pratica sportiva.

Percorso Dati altimetrici Note di Claudio D.
San Sebastiano Curone - Colombassi - Fabbrica Curone - Garadassi - Caldirola (villaggio La Gioia)  Lunghezza km. 16,8
Dislivello: 734 m
Pendenza media: 4,36 %
Pendenza massima: 10%
La salita inizia effettivamente subito dopo Fabbrica Curone, quindi la pendenza media è superiore.
Per quanto riguarda l'arrivo io consiglio comunque di proseguire fino alla colonia, aggiungendo così altri 2,5 Km di salita e circa 200 m in più di dislivello
Cabella Ligure - Cornareto - Montaldo di Cosola - Capanne di Cosola Lunghezza km. 19
Dislivello: 1019 m
Pendenza media: 5,36 %
Pendenza massima: 11%
in realtà la salita vera inizia dopo il bivio per Carrega, quindi la pendenza media è ben superiore
Cabella Ligure - Cornareto - Montaldo di Cosola - Capanne di Cosola Lunghezza km. 20
Dislivello: 933 m
Pendenza media: 4,66 %
Pendenza massima: 12%
in realtà la salita vera inizia dopo il terzo ponte ben oltre il bivio per Cosola, quindi la pendenza media è di molto più alta

Brevetto "Le strade di Fausto e Serse Coppi"

composto, anche questo, da tre percorsi  a circuito da compiersi entro l'anno tra il 1 Aprile e il 30 Settembre aperto a tutti coloro che hanno almeno 18 anni ed il tesserino con idoneità alla pratica sportiva.

Percorso Dati altimetrici Note di Claudio D.
Tortona (122) - Villalvernia - Carezzano - Castellania (380) - Costa vescovado - Villaromagnano (170) - Paderna - bivio - Sant'Agata Fossili (426) - Coquello - Cassano - Serravalle - Novi - Pozzolo - Villalvernia - Tortona Lunghezza km. 74
Dislivello: 486 m
A Castellania, io consiglio comunque di proseguire fino a Sant'Alosio , aggiungendo così un paio di chilometri di salita e rientrando a Castellania, breve sosta al monumento ai fratelli Coppi, per rendere un doveroso omaggio.
Tortona  - Rivalta - Pozzolo - Novi - Basaluzzo - Silvano - Ovada (186) - Tagliolo (315) - Lerma - Casaleggio - Mornese (380) - Bosio - Gavi (230) - Molarola (318) - Novi - Merella - Villalvernia - Tortona Lunghezza km. 88
Dislivello: 396 m
 
Tortona - Serravalle - Gavi - Voltaggio (330)  - Castagnola (590) - Borgo Fornari (350)  - Ronco - Isola - Arquata - Grondona (311) - Roccaforte Ligure (717) - Rocchetta Ligure (440) - Pertuso - Persi (296) - Molo Borbera (420) - Garbagna - Tortona Lunghezza km. 131
Dislivello: 1061 m
 

Per informazioni sui brevetti di Fausto Coppi::
V.C. Tortonese "Serse Coppi"
c.p. 149
15057 Tortona (AL)

oppure:

Comune di Castellania
tel 0131 537127
fax 0131 837127

 


Il pasto del ciclista negli anni 50

Alimento Quantità

Sardine al burro   

gr. 60

Spaghetti al pomodoro   

gr. 150

1/2 piccione o 1/3 di pollo o bistecca ai ferri con 1 tuorlo d'uovo   

gr. 170

Verdura cotta   

gr. 130

Pane   

gr. 200

Torta   

gr. 100

Frutta   

gr. 100

Vino   

gr. 250

 


...ma che freddo fa!

Spesso , d'estate si sente parlare di temperatura esterna e di temperatura effettiva percepita a causa del fattore umidità, ma quando le temperature scendono e la bici scorre veloce sull'asfalto qual'è la reale temperatura percepita dall'atleta?

Ecco una tabella (spaventosa!) che ci illustra le due temperature.

temperatura misurata esterna, in gradi centigradi, in luogo riparato dal vento temperatura percepita alla velocità di
30 km/h a causa della penetrazione dell'aria,
in gradi centigradi
12 3
11 2
10 0
9 -1
8 -3
7 -4
6 -5
5 -7
4 -8
3 -10
2 -11
1 -12
0 -14
-1 -15
-2 -17
-3 -18
-4 -19
-5 -21
-6 -22
-7 -24
-8 -25
-9 -26
-10 -28
-11 -29
-12 -30
-13 -32
-14 -33

 


Per qualsiasi altro termine e informazioni ulteriori che vorrete segnalarmi :  690.gif (2226 bytes)


Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice

- premessa - intro - segnalino -linkami - email - ringraziamenti - newsletter - copyright -