email





Dolori muscolari e battiti anomali

Salve , sono un ciclista under 23 di 19 anni e peso 64 Kg , ho questo problema, da un po' di tempo in allenamento soffro di dolori muscolari in concomitanza a questi  ho notato allenandomi col cardiofrequenzimetro che nonostante io sforzi , non mi salgono  i battiti del cuore , vorrei sapere se si può trattare di sovrallenamento  e che cosa posso fare per ovviare a questo problema.
I dolori muscolari riguardano la zona del vasto laterale, a riposo mi sento la gambe quasi come addormentate, ho gia guardato per questo la schiena ma non è risultato nulla di rilevante Vorrei precisare che sono stato da altri medici sportivi, che però non sono
arrivati a capo del problema, è stata presa in considerazione anche la posizione in bicicletta , la  schiena , l'allenamento, ma rivedendo questi fattori non è cambiato nulla.Una cosa che vorrei aggiungere e che mi pare strana è che in allenamento ,una volta visto che non mi saliva il cuore pur sforzando , ho assunto una tazzina di caffè e poi ho proseguito l'allenamento ,da quel momento in poi i battiti si può dire che si sono normalizzati e il dolore alle gambe è quasi scomparso (più che un dolore , noto una carenza nella spinta della pedalata e la sensazione come se una parte di muscolo fosse addormentata (la zona interessata è quella vasto laterale).).Spero che lei abbia un idea di cosa si possa trattare è inutile dire che sono quasi disperato e medito di smettere pur avendo già una sistemazione per il prossimo anno.

R: 

Non nascondo che il problema che mi esponi è quantomeno originale, la cosa più strana, ma che allo stesso tempo ci può indirizzare verso la direzione giusta, è la tazzina di caffè che ha sistemato le cose.
Da come hai descritto la situazione sembra che il tuo fisico vada "in acido" subito, cioè produca acido lattico (da qui il dolore ai muscoli) a soglie basse. Però ho la sensazione che si tratti come quei motori che hanno "un buco di potenza", infatti con il caffè hai dato un aiuto per superare quel buco e tutto si è normalizzato.
Ti consiglio di provare a fare qualche uscita bevendoti subito il famoso caffè e vedere come si comporta il tuo fisico. 
Visto che tutti gli altri parametri (misure, allenamenti, ecc.) hai provato a variarli senza risultato, il problema potrebbe essere "dentro di te", o come alterazione di qualche parametro che opportune analisi potranno determinare, oppure anche blocco di tipo psicologico. In ogni caso sono curioso di sapere come andrà l'esperimento del caffè.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice