email





Emicrania

Pratico MTB da circa 10 anni anche a livello agonistico (amatoriale). Circa due ore dopo aver terminato una gara vengo puntualmente colto oltre dalla normale stanchezza, anche da un'insistente e fastidiosa emicrania che si protrae per alcune ore. Premetto che in condizioni di vita "normale" non soffro quasi mai di emicrania.  Svolgo circa 5-6 competizioni all'anno nel periodo primavera-estate (in genere granfondo)  naturalmente dopo aver effettuato la rituale preparazione e cercando di mantenere un ritmo che non vada oltre le mie possibilità (utilizzando il cardio-frequenzimetro). Ho provato in vari modi a risolvere il problema,  cambiando allenamento, alimentazione, ritmi di gara ma non ho ancora trovato la soluzione.

 

R: 

Il problema che mi descrivi è abbastanza normale ed è dovuto al brusco cambio di condizioni che il tuo fisico deve assorbire, passando dalla competizione al riposo, è un po' come il caso della famosa emicrania dell'impiegato, cioè quel mal di testa che compare in molte persone che lavorano nei giorni di riposo.
Per la soluzione di questo tuo problema ti rimando al consiglio di uno specialista, in questo caso un neurologo.



torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice