email





Pneumotorace spontaneo

Ho 36 anni, svolgo intensa attività agonistica in gare di granfondo e mountain-bike, pedalando oltre 11.000 km all'anno.
Circa due mesi fa ho avuto un pneumotorace spontaneo iperteso dx e sono stato sottoposto a drenaggio, con esito, dopo 10 gg. di ricovero, di ripristino "a parete".
Vorrei sapere, in base alle sue esperienze, - se sarà possibile il ritorno all'attività agonistica 

- se potrò ritornare ad allenarmi a frequenze cardiache e respiratorie intense e massimali

- quali eventuali precauzioni dovrò adottare 

R: 

Ti rispondo semplicemente dicendoti che Pietro Viercowood (spero si scriva così), ex calciatore di Juve, Samp, ecc., nella sua carriera ha avuto tre episodi come i tuoi, e se non sbaglio è arrivato ad un soffio dal record di longevità sportiva, smettendo di giocare a 41 anni e solo perché non ha trovato una squadra di serie A. Non preoccuparti e cerca di programmarti un recupero idoneo, non affrettato e graduale.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice