email





Condropatia femoro/rotulea
 

Ho 39 anni e l'anno scorso (2000) nel mese di ottobre, sono stato operato di menisco al ginocchio destro ed in seguito ho fatto la riabilitazione e da quel lato ora sto bene.
Verso la metà di giugno 2001 dopo una breve corsa ho sentito un dolore al ginocchio sinistro, che si è anche gonfiato. Dopo la sola attesa della prenotazione ho effettuato una Tac al ginocchio nei primi giorni di luglio 2001 dove mi è stato consegnato il seguente referto diagnostico: Rotula lievemente ballottata verso l'esterno conseguente ad una calcificazione nel contesto della cartilagine articolare della faccetta mediale attribuibile a condropatia.
Calcificazioni si rilevano a carico di tutto il menisco mediale e sezioni di condro calcinosi in menisco degenerato.
Nei limiti il menisco laterale. Non si rilevano lesioni a carico dei legamenti crociati e legamenti collaterali.
Presenza di abbondante versamento articolare raccolto sia a livello dei recessi antero - laterali che posteriormente a livello della borsa comune del grastrocnemio semimembranoso nonchè a carico della borsa propria del gastrocnemio, quest'ultima appare sepementata e notevolmente distesa, raggiunge un diametro massimo traverso di circa 3-4 cm e tende a svilupparsi nel cavo popliteo in sede mediana paramediana bilaterale.
Dopo un riposo forzato dell'arto durato circa 40 giorni ho ripreso inizialmente fasciando il ginocchio con una benda elestica a camminare anche per lunghi tratti e da breve con esercizi in piscina (uso della tavoletta) intervallati dall'utilizzo di bicicletta circa 30 minuti ogni due tre
giorni, mi sembra di stare bene tenga conto che sono appassionato amatoriale di ciclismo e mountain -bike e d'inverno mi piace sciare.
Vorrei un suo consiglio in proposito a su cosa e come fare.

R: 

Il tuo problema è duplice, infatti da una parte abbiamo una sindrome da iper pressione esterna della rotula, dall'altra un quadro di meniscosi degenerativa. Per recuperare la totale funzionalità del ginocchio bisogna verificare se, consentimi la "citazione", è nato prima l'uovo o la gallina.

La rotula va esternamente sostanzialmente per due motivi:
1- anomalia congenita
2- squilibrio muscolare con insufficienza in modo particolare del vasto mediale del quadricipite
Nel tuo caso, sempre con il beneficio dell'inventario visto che ti rispondo a distanza, propenderei per la seconda possibilità, ma in questo caso perché la muscolatura si è squilibrata? Le ipotesi potrebbero essere: a- il menisco degenerato porta ad usare in modo sbagliato quella gamba b- durante il periodo di sofferenza prima e riabilitazione poi per l'intervento al menisco sull'altra gamba, la sinistra ha lavorato troppo. In ogni caso di consiglio di provare prima una terapia fisica anti infiammatoria (sopratutto laser CO2 o Nycd), alla quale, previo un test isocinetico, fare seguire un programma di potenziamento muscolare mirato, in modo particolare del vasto mediale e con esercizi fuori dagli angoli critici della rotula. Prima di riprendere con l'attività sportiva la muscolatura deve essere perfetta e la ripresa deve essere comunque molto graduale. Se tutto questo fallisce prendi contatti con un buon ortopedico per valutare la strada chirurgica, cioè la pulizia del menisco e detensionamento o relese di un legamento della rotula per portarla, naturalmente con la riabilitazione, più all'interno.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice