email





Mal di schiena

 

Salve io sono un ragazzo di 25 anni, 1,86 di altezza x 72kg.
dall'agosto scorso mi è iniziato improvvisamente un mal di schiena, che si localizza all'altezza dell' osso sacrale solo sulla parte destra,che da radiografie risulta più corta di 8mm. questo dolore si fa sempre sentire dopo circa 50 minuti di bici ed entro pochi minuti
mi costringe a fermarmi per stirare la schiena.

Io mi sono rivolto ad un osteopata che mi ha fatto dei plantari ed un byte, da mettere durante il sonno e quando vado in bici ; questo perché secondo lui il mio dolore è provocato dal modo di deglutire e dalla dentatura non corretta che mi porta alla rotazione del bacino e quindi aumenta la differenza degli arti addirittura fino a 2 cm. le dico anche che la bicicletta è stata misurata più volte e sotto il tacchetto destro ho uno spessore di 3mm consigliato dall'osteopata.

Sono circa due mesi che sono in cura ma ancora non ho risolto niente, a tutti gli appuntamenti mi fanno delle modifiche , una volta i plantari, poi il byte, secondo lei è possibile che il mio dolore sia provocato dai denti e che stia tutto nel trovare il giusto equilibrio tra plantari e byte ?


 

R: 

Nel campo della fisioterapia e della riabilitazione si attraversano delle "mode" e delle "tendenze", ritengo che quella di attribuire alla mal occlusione dentale la stragrande causa dei peggiori mali del mondo sia uno di questi casi.
Mi sono confrontato di recente con osteopati e odontoiatri di valore indiscusso, ed ho avuto la conferma che in realtà ben poche problematiche osteoarticolari, e comunque quasi tutte limitate alla zona cervicale, hanno come causa una cattiva occlusione.
Con questo non voglio dire che l'ortodonzia, che è la scienza che studia anche queste correlazioni, non sia valida, anzi, ma a mio avviso non bisogna perdere di vista il "bersaglio" principale che nel tuo caso è la zona della schiena che ti fa male.
Una dismetria di 8 mm di per se non dice nulla, ci sono differenze ben più gravi che non danno problemi.
Nel tuo caso farei una ricerca innanzitutto sul fatto se nel periodo dove sono comparsi i primi sintomi ci sono stati episodi quali traumi, cambiamenti di abitudini, di lavoro, di bicicletta, di letto ecc., e se così fosse apportare le dovute modifiche. Inoltre mi affiderei ad un riabilitatore (osteopata, fisiatra, fisioterapista con specializzazione nella rieducazione posturale) per valutare il caso di sottoporsi a qualche seduta di rieducazione posturale (RPG) e se è il caso anche a terapia anti-infiammatoria.
Naturalmente una volta verificato il tua assetto intervieni anche sull'assetto della bicicletta.



torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice