email





Frattura del cotile

 

Salve, In data 01/04/01 a seguito di una caduta dalla bicicletta da corsa ha subito il seguente infortunio, così come data referto TAC eseguita in ospedale:

"Frattura della volta del cotile DX con estensione della rima di frattura in direzione sovra acetabolare ed anteriolmente coinvolge la
colonna anteriore del cotile. E' presente inoltre frattura della branca ileo pubica, in prossimità della sinfisi pubica e della branca ischio pubica omolaterale.
Le fratture descritte risultano discretamente composte. Non si rilevano frammenti intraarticolari"

Non sono stato operato e sono stato dimesso dall'ospedale dopo 6 giorni dall'ospedale.

La cura suggerita è stata di circa 30 gg di riposo assoluto a letto, senza mai alzarsi. Trascorso tale tempo in data 04/05/01 (dopo 34 gg.dal trauma) sono ritornato in ospedale per controllo. Le fatture stavano guarendo correttamente ed il responso del medico è stato di iniziare a deambulare con le stampelle per 30 gg senza carico, per poi fare un ulteriore controllo. E' stato suggerito inoltre per recuperare il tono muscolare di fare ginnastica e piscina.
A seguito di questo controllo ho iniziato a fare dei semplici esercizi alle gambe per recuperare il tono muscolare e a fare nuoto 1-2 volte per settimana.
Al successivo controllo in data 4/6/01 (65 giorni dal trauma) il consiglio del medico è stato di iniziare a caricare l'arto  gradualmente
per arrivare alla fine del mese (90 giorni dal trauma) con il circa il 40 % del carico sulla gamba.

A questo punto ho iniziato anche ad usare l'elettrostimulatore (forse era meglio farlo prima !!) COMPEX SPORT 3, con i programmi di CAPILLARIZZAZIONE E RESISTENZA AEROBICA sui quadricipiti, polpacci e muscoli ischio-tibiali per 1-2 volte al giorno

Gradirei sapere se le procedure ed i tempi di recupero sono corretti per un recupero ottimale della funzionalità al 100 % dell'arto DX


 

R: 

Stai facendo tutto al meglio, complimenti. Continua a lavorare sopratutto i piscina e con il compex per la muscolatura.
Personalmente inserirei anche il programma di forza, in modo particolare per glutei (molto importanti per il femore) e quadricipite, lavorando con milliampereggii non eccessivi poiché il compex sport 3 non è uno strumento nato per la riabilitazione e potrebbe essere facile esagerare.
In piscina simula anche il gesto della bici (esistono anche dei particolari calzari che danno una certa resistenza).
 





torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice