email





Dolore laterale al ginocchio

Pratico da non più di un anno il ciclismo amatoriale su strada, nel corso di quest'anno ho percorso circa 2500 km con la bici da corsa ( pianura e salite anche impegnative ) senza alcun problema apparente.
Da Novembre ( dopo una uscita con tempo molto freddo) soffro di un dolore alla gamba sinistra con i seguenti sintomi:
Zona: Ho dato una occhiata alla anatomia della gamba e la zona dovrebbe essere quella del muscolo vasto laterale in prossimità della sua congiunzione al ginocchio ( esterno della gamba sinistra in prossimità del ginocchio).
Il dolore si presenta come una fitta, che appare più dolorosa nei primi chilometri, per poi ridursi di intensità se pedalo in pianura restando seduto, ma appena la strada sale e devo spingere sui pedali, le fitte ricompaiono.
Sono stato fermo un mese senza salire in bici, e il problema sembrava scomparso nella deambulazione normale, ma alla prima uscita in bici, il dolore è ricomparso con gli stessi sintomi.
Ho anche notato, movendo le ginocchia, che il rumore di raschiamento/scricchioalmento è più forte sul ginocchio sinistro rispetto al destro.
Di che si tratta: Tendinite ? Stiramento del muscolo ? ( confesso che sono totalmente ignorante in materia )
E soprattutto: continuando ad andare in bici, posso rischiare di peggiorare questo problema ? Devo ( purtroppo ! ) rimanere fermo a lungo o posso ignorare questo disturbo ? Può essere utile usare una di quelle pomate antiinfimmatorie che si trovano in farmacia ?

R: 

Dalla descrizione dei tuoi sintomi potrebbe essere una tendinite oppure un ennesimo problema di condropatia femoro rotulea, dico questo perché non capisco se il problema rimane laterale al ginocchio in prossimità del muscolo o se arriva sul margine esterno della rotula (quando mi parli dei rumori).
Ti consiglio, nel primo caso una ecografia e se da esito di tendinite terapia fisica (laser, ultrasuoni, terapia mediche), riposo e ripresa graduale (con piscina, elettrostimolatore, bici inizialmente con rapporti agili), nel secondo caso ti consiglio una serie di rx a 30, 60 e 90 gradi di flessione del ginocchio (bilateralmente) ed una risonanza magnetica, oltre che ad un test isocinetico. Se viene confermata la diagnosi di condropatia oltre alla terapia fisica che rimane come nel caso precedente, bisogna rinforzare la parte interna del quadricipite (vasto mediale), ed anche in questo caso riprendere gradualmente.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice