email





Cicloamatore e cervicalgia

Sono un cicloamatore. Ho 34 anni e da una decina di anni pratico questo sport. Ultimamente sto  riscontrando dei problemi di cervicalgia che non mi permettono di stare molto in bici. La mia situazione peggiorerà col passare del tempo?.

R: 

Il problema che mi descrivi è frequente nei ciclisti, in modo particolare in chi ha iniziato tardi e non è abituato alla postura che costringe tenere la bici da corsa. Non penso che il problema possa costituire un aggravamento della cervicalgia, certo che devi tenere presente che il rachide cervicale, come tutte le altre articolazioni, è soggetto ad usura, per cui la tua cervicalgia con il tempo probabilmente aumenterà fisiologicamente di intensità visto che le cartilagini articolari si usurano ed i muscoli perdono di elasticità.
Ti consiglio di eseguire qualche seduta di rieducazione posturale ed esercizi di elasticità del rachide, ne avrai sicuro giovamento.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice