email





Dolori alle gambe

ho 27 anni, sono alto 1,77 mt e peso intorno ai 62 kg.
Sono un cicloamatore, dalla mtb sono passato alla bici da corsa ad agosto.
In questi mesi ho percorso 7000 km e da ottobre a gennaio ho praticato spinning in palestra, 5 giorni alla settimana. Per me pedalare è vita, ora sono bloccato con dolori incredibili alle gambe, ho difficoltà anche a camminare. Ho perso moltissima massa muscolare oltre che ovviamente tonicità. Non mi hanno riscontrato tendinite, ho fatto raggi alla schiena e a parte una lieve scoliosi non c'e' nulla da segnalare. Ho gambe completamente diverse rispetto un paio di mesi fa e per togliermi ogni dubbio mi sono sottoposto ad una risonanza magnetica al midollo. Anche qui tutto negativo. Le analisi del sangue sono perfette ed ho tantissimo ferro. Non so cosa fare, non poter pedalare mi distrugge ed ho paura di aver compromesso irrimediabilmente le mie gambe, con un'attività esagerata (sovrallenamento) non bilanciata da una alimentazione corretta. Non solo non assumevo integratori ma, col senno di poi, mi sono accorto di aver mangiato
sempre poco, e di non aver riequilibrato le incredibili sudate in palestra nemmeno con l'acqua.
Adesso mentre scrivo sento dolore e indolenzimento a partire dalle anche, spesso ho la sensazione di calore che scende fino alle ginocchia. Sto facendo agopuntura e assumendo magnesio, potassio creatina, nonché vitamina B12 per i nervi, ma non ho grossi benefici.
Mi dicono di aver pazienza, che devo recuperate poco alla volta. Io però sono abituato a non stare fermo.
Cosa posso fare per tornare a lasciare libera la mia mente sulle mie amate montagne?

R: 

Probabilmente quando leggerai la risposta starai già bene, in ogni caso il mio consiglio è di lasciare perdere tutto a parte la vitamina b12, che non solo fa bene per le infiammazioni nervose ma è anche un ottimo ricostituente. Probabilmente hai avuto un problema di sovra allenamento forse aggravato dal fatto che hai sottoposto i tuoi muscoli a nuovi stimoli troppo intensi.
Fatti delle belle nuotate ma ad andatura "rilassata", ed appena il problema migliora torna alla bici ma per delle belle passeggiate.
Anche nell'arco della stagione di un cicloamatore bisogna fare un periodo di riposo, meglio se attivo, facendo per esempio altri sport, ma abbandonando per un po' lo spirito agonistico che logora il fisico ed assorbe tante energie.


torna alla lista dei quesiti


Ha risposto ai quesiti medici, nei limiti imposti da una consulenza tramite internet, il fisioterapista Corrado Ballarini che gestisce un centro di riabilitazione dello sportivo a Rimini.

- RUBRICA SOSPESA FINO A NUOVA DECISIONE REDAZIONALE -

Preparazione al Ciclismo ©

Tabelle, schemi, consigli e teorie riguardanti il Ciclismo per ottenere il massimo rendimento.
Benessere fisico con il ciclismo, metodi d'allenamento, psicologia, alimentazione, curiosità, salute, test medici e doping per bici da corsa e mountain bike

 Il logo, gli sfondi, le immagini, i testi, quando non diversamente specificato, sono di proprietà di questo sito e non possono essere riprodotti in nessun modo. Copyright

torna all'indice